Scuola, Pd: ripresa attivit a giugno ora possibile per bimbi 0-6

Pol/Bac

Roma, 6 giu. (askanews) - "Nei giorni scorsi, finalmente, il Comitato tecnico scientifico ha licenziato le linee guida per la fascia 0-3. Si concluso quindi l'iter per riportare negli ambienti dei nidi, delle scuole dell'infanzia paritarie private tutti i nostri piccoli da zero a sei anni". Lo dichiarano, in una nota, i parlamentari Pd Rosa Maria Di Giorgi e Paolo Siani.

"Confessiamo qui una certa emozione alla fine di una battaglia politica che ci ha visto in campo accanto alle famiglie e ai bambini. Il Pd - proseguono - sempre stato convinto che l'apertura delle scuole e dei servizi all'infanzia il prima possibile fosse dovuta ai nostri bambini e ragazzi. Abbiamo sempre sostenuto che anche per la scuola dovesse farsi uno sforzo ulteriore per riportare i ragazzi alla loro vita di relazione e nelle loro classi prima di settembre. Ma non stato ritenuto opportuno dal Comitato Tecnico Scientifico, nonostante le molte obiezioni di altri esperti e scienziati e cos abbiamo dovuto seguire le decisioni che sono state assunte".

"Ora - dichiarano Di Giorgi e Siani - le attivit con insegnanti e operatori per i bambini da 0 a 6 anni sono possibili. Il Tavolo Bambine e Bambini, trasversale nella maggioranza, costituito da una quindicina di parlamentari, ha sostenuto questa soluzione da molte settimane e la pubblicazione di queste ultime linee guida, molto attese da Regioni e Comuni e dal mondo pi ampio delle scuole paritarie e private, oltre che dalle famiglie, un grande risultato. Ci aspettiamo dal 15 giugno di veder riaprire i servizi all'infanzia in tutta Italia, con progetti, attivit e quanto sia utile per restituire ai bambini le relazioni sociali, l'apprendimento e il gioco comunitario cui hanno diritto. Il Governo e il Parlamento hanno fatto quanto necessario per gli enti e le istituzioni del territorio e si apprestano a supportare in modo consistente le scuole paritarie di ogni ordine e grado riconoscendone il ruolo di titolari di servizio pubblico. Tale servizio ci aspettiamo nelle prossime settimane da queste realt. ora il momento per enti territoriali e gestori di scuole dell'infanzia, paritarie e private, e nidi di mettersi in gioco. Nel frattempo giusto discutere dei temi connessi alla riapertura generalizzata del mondo della scuola a settembre, ma in questi giorni le famiglie, il Governo e il Parlamento attendono con urgenza riaperture immediate, sulla base di progetti di attivit concreti che potranno essere messi in campo da ciascuna di queste realt nei territori".

"Grazie alla ministra Bonetti e alla viceministra Ascani, oltre che all'assessore Cristina Grieco, responsabile nazionale scuola per la conferenza stato regioni, che ci hanno sostenuto convintamente in questo percorso", concludono.