Scuola: preside Istituto Gesù-Maria, 'palese discriminazione non garantire ffp2 a tutti'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 dic. (Adnkronos) – "E' una palese discriminazione non garantire mascherine ffp2 a tutti, personale scolastico e studenti di ogni ordine e grado. E' un controsenso, una contraddizione rispetto alla contagiosità a cui stiamo assistendo". Lo dice senza mezzi termini all'Adnkronos Rocco De Maria, preside dell'Istituto paritario Gesù-Maria, nella Capitale che riferisce: "Già prima della chiusura delle scuole ho assistito ad una progressiva sempre maggiore diffusione dell'uso di ffp2 da parte degli studenti. A cui non mi sono opposto, nonostante l'obbligo fosse per le chirurgiche ed il parere contrario del Cts, perché ho compreso che danno più sicurezza. So che a gennaio i miei alunni verranno tutti in ffp2, ma è una platea di privilegiati e sarà comunque un costo che ricade sulle famiglie".

"E' un controsenso garantire ffp2 solo ad alcuni gruppi di insegnanti e non agli studenti. Dovrebbe essere protetto l'intero mondo della scuola, dunque tutto il personale scolastico e tutti gli allievi – prosegue – Tanto più che oggi le ffp2 sono raccomandate sui mezzi pubblici, su cui viaggiano i nostri adolescenti, sarebbe auspicabile che quelle stesse mascherine fossero adottate anche a scuola. Se vanno indossate sui bus vuol dire che le ffp2 proteggono di più e la scuola dovrebbe essere la prosecuzione naturale di questo". "Ciò che mi da tranquillità sulla ripresa – conclude De Maria – è che il nostro personale è tutto vaccinato, molti hanno fatto già la terza dose".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli