Scuola, Presidi bocciano Piano Scuola: deludente -2-

Cro-Mpd

Roma, 24 giu. (askanews) - "Se il decisore politico vuole veramente valorizzare l'autonomia scolastica, questo il momento di agire" e il Presidente Giannelli elenca gli interventi di sistema che l'ANP ritiene essere improcrastinabili: "Eliminare i freni che sono stati imposti alle scuole autonome sin dalla loro istituzione; mettere mano finalmente, e con coraggio, al testo unico eliminando le sovrapposizioni tra organi, retaggio di una concezione della scuola anacronistica e ormai inadeguata a rispondere alle attuali esigenze degli studenti e delle famiglie; garantire ai dirigenti della scuola gli strumenti necessari a rendere effettivo il loro ruolo e sostenibili le connesse responsabilit; reperire e investire le risorse per un nuovo contratto del personale scolastico che cancelli finalmente l'inaccettabile realt per cui si retribuisce poco e in egual misura tutti, indipendentemente dall'effettivo impegno e da una valutazione attendibile del servizio prestato".

Conclude Giannelli: "L'ANP, pertanto, chiede con fermezza di integrare tempestivamente il Piano con le indicazioni che solo l'Amministrazione centrale pu - e deve - fornire, prima che si proceda a formulare il protocollo di sicurezza relativo alla ripartenza di settembre".