Scuola Roma, fonti prefettura: "Ingresso alle 8 per 60% studenti"

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Orari differenziati per l'ingresso nelle scuole di Roma, ok alle lezioni ridotte a 50 minuti, ipotesi tamponi ai prof senza prescrizione, proroga delle due fasce di orario dei negozi oltre all'arrivo di una task force anti assembramenti per i trasporti nella Capitale. È quanto stabilito questa mattina, a quanto apprende l'Adnkronos da fonti della prefettura di Roma, nel corso del tavolo di coordinamento, presieduto dal prefetto Matteo Piantedosi, nell’ambito delle attività per il rientro a scuola. I dettagli verrano definiti in un documento che sarà messo a punto a breve dal questore di Roma.

DURATA LEZIONI E ORARI INGRESSO STUDENTI - Nel corso della riunione è stata accolta la proposta della riduzione dell’orario a 50 minuti per gli istituti tecnici, che potrà essere estesa anche alle altre scuole superiori. Inoltre è stato dato l’ok anche alla proposta di far entrare alle 8 il 60% degli studenti e alle 10 il 40%. Proposte che erano state formulate dalle organizzazioni sindacali della scuola durante precedenti riunioni. Le variazioni verranno inserite a breve in un provvedimento del prefetto che modificherà la parte del documento operativo già approvato il 24 dicembre scorso relativa a questi due punti e verrano previsti i dovuti riadattamenti da parte delle aziende di trasporto. Il piano entrerà in vigore con la ripresa della didattica in presenza del 50% degli studenti l’11 gennaio ma sarebbe stato comunque pronto anche per la data inizialmente prevista del 7 gennaio.

TAMPONI AI PROF - Inoltre, si sta valutando di estendere anche ai prof la possibilità di fare tamponi nei drive in senza prescrizione.

NEGOZI - Nel corso del tavolo è emersa l’esigenza di raccordare con gli orari di ingresso a scuola anche le aperture delle attività produttive. Per questo è stato ritenuto opportuno prorogare fino al 31 gennaio l’ordinanza capitolina che prevede due fasce di apertura per i negozi. Sono allo studio anche ulteriori provvedimenti che saranno varati dalla Regione che possano sensibilizzare gli enti locali a raccordare con questi flussi anche gli orari di ingresso negli uffici pubblici.

TASK FORCE ANTI ASSEMBRAMENTI - Un task force anti-assembramenti composta da personale di Atac, Cotral e Protezione Civile, sarà operativa negli hub del Tpl della Capitale come ad esempio Anagnina, Laurentina, Ponte Mammolo, Rebibbia, Saxa Rubra, Cornelia e Tiburtina per la ripresa delle scuole superiori. In questi e in tutti i luoghi dove potrebbero verificarsi particolari concentrazioni di persone ci sarà anche grande attenzione da parte delle forze dell’ordine, quanto stabilito questa mattina, a quanto apprende l'Adnkronos da fonti della prefettura di Roma, nel corso del tavolo di coordinamento.