Scuola: Sasso a Floridia, 'se Azzolina tanto brava perché silurata dai suoi?'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 26 apr. (Adnkronos) – "Spiace constatare come ci sia chi continua a guardare al passato invece di concentrarsi sulle necessità del presente: in questo modo si alimentano le divisioni, cosa contraria ai presupposti che hanno ispirato la nascita del Governo di unità nazionale. Alla collega Floridia, che si strugge di nostalgia per l'ex ministra Azzolina, ricordo che se il mandato di quest'ultima fosse stato costellato da successi non sarebbe stata silurata dallo stesso Movimento 5 Stelle. Se volgiamo la testa all'indietro vediamo soprattutto sprechi e perdite di tempo, acquisti bizzarri e questioni come il tracciamento o le classi pollaio nemmeno lontanamente affrontate". Lo dichiara Rossano Sasso, sottosegretario del ministero dell'Istruzione.

"Bisogna fare presto e bene, non c'è dubbio. Ed è estremamente consolante il fatto che il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sarà gestito dal presidente Draghi con il supporto decisivo della Lega. Stavolta, almeno, le risorse per la scuola saranno realmente destinate alla realizzazione di nuovi istituti, all'ampliamento dell'offerta formativa, allo sviluppo di un'istruzione sempre più inclusiva e solidale. Questo Governo in pochi mesi ha stanziato soldi per la messa in sicurezza delle nostre aule, per impianti di aerazione e ventilazione meccanica, monitoraggio e tracciamento del virus, archiviando definitivamente il periodo in cui c'era chi spendeva il denaro in modi bislacchi. Senza dimenticare – conclude Sasso – che l'attuale Esecutivo ha portato alla vaccinazione di gran parte dei docenti, mentre il Conte-bis era soprattutto concentrato a provare a mettere insieme maggioranze raccogliticce in Parlamento per tirare a campare".