Scuola: sociologo Ricolfi, 'dad favorisce disuguaglianze? Vero, ma c'erano già prima' (4)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Che ne pensa della divisione tra studenti vaccinati e non vaccinati nella gestione dei contagi prevista dal decreto del 5 gennaio? "Il “divisionismo” vaccinale non mi piace, ma lo posso capire. Quello che non condivido è la protervia con cui si sta cercando di scaricare ogni responsabilità sulla minoranza di adulti che rifiutano in toto la vaccinazione (secondo i miei calcoli non più del 7% della popolazione). La realtà è che il grosso del problema delle vaccinazioni, e quindi della pressione sugli ospedali, non è costituito dalla minoranza NoVax, ma dall’ enorme ritardo delle terze dosi. L’esercito dei vaccinati costretti ad attendere settimane (e qualche volta mesi), per accedere alla terza dose, ha una numerosità – e dunque un impatto sui contagi – ben maggiore di quello delle mancate vaccinazioni dei NoVax. Il problema è che, poiché la crescita di questo esercito è dovuto ai ritardi della campagna vaccinale, è molto più difficile farne un capro espiatorio".

"I NoVax – conclude Ricolfi – sono una formidabile polizza di assicurazione per i governanti, perché permettono loro di non rendere conto delle proprie omissioni e delle proprie responsabilità".

(di Roberta Lanzara)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli