Scuola: sottosegretaria Floridia, 'su mascherine condivido obiettivo Bianchi, fattibilità da valutare'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 set. (Adnkronos) – "Condivido l'obiettivo, è auspicabile un ritorno alla normalità". Ad intervenire sull'intenzione del ministro Bianchi di far togliere le mascherine nelle classi in cui tutti i ragazzi sono vaccinati è la sottosegretaria all'Istruzione Barbara Floridia, che all'Adnkronos sottolinea: "Non credo possa entrare in vigore nell’immediato perché sono necessarie ulteriori valutazioni e va sempre considerato l’andamento dei contagi. Facciamo partire l’anno scolastico in presenza e successivamente ne valuteremo la fattibilità".

Il proposito di Bianchi di far abbassare le mascherine si regge, secondo la sottosegretaria, sull'impianto normativo definito dal Decreto 111/2021 "che specifica che protocolli o linee guida possano derogare all’uso della mascherina in classi di studenti che abbiano tutti completato il ciclo vaccinale o abbiano un certificato di guarigione in corso di validità. Detto questo occorre una valutazione approfondita – rimarca Floridia – Il mio timore è che si possano creare discriminazioni fra gli studenti non essendo possibile, a normativa vigente, sapere se gli studenti e le studentesse siano vaccinati o meno e soprattutto non possiamo rischiare di vanificare gli sforzi che abbiamo profuso per portare i ragazzi in presenza per l’intero anno scolastico".

Discriminazioni che spaventano tanto più che si tratta di minori, che sottostanno a decisioni dei genitori: "Prioritaria è per me la tutela dei ragazzi per questo serve una valutazione seria e approfondita – conferma Floridia – certamente bisognerà garantire la tutela della privacy degli alunni attivando un percorso di confronto sia con le autorità sanitarie che con il garante".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli