Scuola: sottosegretario Sasso, 'a casa per sciopero dieta gruppi sanguigni? Sono furioso'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 13 nov. (Adnkronos) – "Sono state messe in campo risorse umane e finanziarie senza precedenti per assicurare la ripartenza in presenza dell'anno scolastico. Governo, lavoratori, parti sociali, famiglie sono impegnate quotidianamente affinché i nostri ragazzi possano vivere in pienezza il loro impegno didattico. Dopo circa due anni di deprivazione culturale e di scuole chiuse stiamo a fatica uscendo dal tunnel e una scolaresca rimane a casa per uno sciopero per la 'dieta sanguinea'? Assurdo. Sono furioso", tuona in un post su Facebook il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso commentando la notizia di uno sciopero indetto dal sindacato autonomo scuola ed ecologia alla primaria Deledda di Gaggio in Piano, frazione di Castelfranco Emilia, per chiedere l'introduzione nelle cosidette mense scolastiche della cosidetta dieta dei gruppi sanguigni.

"Risulta totalmente inaccettabile che, come accaduto in una scuola primaria emiliana, si blocchino le lezioni per motivazioni risibili e incomprensibili. Uno schiaffo a tradimento al mondo dell'istruzione e a tutto il Paese, che sta mettendo in campo sforzi straordinari per uscire dall'incubo pandemia. Su questa storia voglio vederci chiaro, è mio diritto e lo è anche delle famiglie e degli stessi alunni. Qualcuno dovrebbe davvero vergognarsi. Chiedere scusa ai bambini, alle famiglie e vergognarsi", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli