**Scuola: sottosegretario Sasso, 'sì a uso massiccio test salivari, no obbligo vaccinale'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 ago. (Adnkronos) – "Ho ribadito l'importanza dell'uso massiccio dei tamponi salivari per il monitoraggio, il tracciamento ed evitare quarantene di massa alla prima positività, spiace però ricordare ancora una volta come la Lega sia l'unica forza politica a richiederli all'interno di questo Governo di unità nazionale". Lo scrive sulla sua pagina Facebook il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso che nel ricordare che "l'anno scolastico in presenza senza interruzioni è la priorità del Governo, della Lega e mia personale", aggiunge: "Ero e sarò sempre contrario all'obbligo vaccinale, bisogna informare, promuovere, accompagnare ai vaccini, non imporre e se qualcuno pone domande non è da considerare automaticamente un no-vax".

"La scuola – prosegue – si fa in classe, non dietro lo schermo di un computer. Fermiamo la pandemia, ma fermiamo anche la deprivazione culturale che ha investito i nostri ragazzi nell'ultimo anno e mezzo". Sasso rimarca "le ingenti risorse messe a disposizione dal ministero dell'Istruzione (non per banchi a rotelle ma per una ripartenza in sicurezza)" e sottolinea "il grande senso di responsabilità dimostrato dai lavoratori della scuola, che hanno aderito alla campagna di vaccinazione con percentuali più che lusinghiere. Anche tanti giovani, accompagnati in questa decisione dalle loro famiglie, stanno scegliendo liberamente di immunizzarsi, senza dover ricorrere a quelle costrizioni che non abbiamo mai ritenuto opportune".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli