Scuola, Tar Calabria: "Elementari e medie in presenza" ma Spirlì non ci sta

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Didattica a distanza solo per gli studenti della scuola superiore. Il Tar della Calabria sospende in parte l'ordinanza, firmata martedì scorso dal presidente facente funzioni della Regione Antonino Spirlì che prevedeva di prolungare la chiusura delle scuole dal 7 al 15 gennaio per le primarie e fino al 31 per le superiori.

Ma Spirlì non ci sta e annuncia ricorso. "Il Tar manda i più piccoli a scuola e lascia a casa gli studenti delle superiori. Ci opporremo! Per noi, tutti a casa, in sicurezza e in Dad", annuncia in un post su Facebook.

"E' una decisione presa in maniera leggera, mi auguro che nessuno faccia finta di non sapere che da lunedì la Calabria sarà in zona arancione ", aggiunge poi in una diretta sul social.