Scuola, via tre buste alla maturità: torna storia prova scritta -3-

Red/Nav

Roma, 25 gen. (askanews) - Altrettanto importante è la conferma di rivedere l'insensata decisione di cancellare la traccia di Storia nella prima prova scritta dell'esame di maturità. Anief ha sempre caldeggiato il ritorno della Storia nell'Esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di studi, perché la Storia fornisce agli studenti gli strumenti per vivere e, come dicevano i latini, diviene maestra, guidando il loro agire. "Adesso - commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief - è bene che si provveda a ridare la massima dignità alla disciplina anche nel contesto curricolare, dopo che da quest'anno scolastico la riforma degli istituti superiori ha prodotto il dimezzamento delle ore settimanali della storia, in particolare in alcuni corsi di studio, lasciandogli uno spazio ridotto. Anche perché non si comprende il senso di ridimensionare la Storia proprio quando si è deciso di dare maggiore spazio a Cittadinanza e costituzione, anche attraverso il ritorno dell'educazione civica, come si poteva sminuire la portata della Storia, che è alla base delle norme e delle regole che disciplinano il nostro ordinamento, e rimane fondamentale per comprendere l'attuale dimensione nazionale e comunitaria?".