Scuole chiuse in molte Regioni italiane per il maltempo, l’elenco

scuole chiuse 22 novembre
scuole chiuse 22 novembre

Scuole chiuse: il Dipartimento della Protezione Civile ha diramato un’allerta meteo rossa per Abruzzo e Sardegna e un’allerta meteo arancione per altre nove Regioni per la giornata di martedì 22 novembre. In questo contesto, i sindaci di alcuni comuni interessati dalle allerte meteo hanno deciso di disporre la chiusura degli istituti scolastici di ogni ordine e grado.

Allerta meteo rossa in Abruzzo e Sardegna e arancione in nove Regioni, scuole chiuse martedì 22 novembre

Non si placa l’impetuosa ondata di maltempo che, a partire dalla seconda metà di novembre, si è abbattuta sull’Italia. Nel corso della seconda metà di novembre, infatti, nubifragi e temporali si sono gradualmente intensificati al Centro Sud per poi travolgere l’intera Penisola. In particolare, secondo quanto riferito dal Dipartimento della Protezione Civile, le situazioni più critiche per la giornata di martedì 22 novembre riguarderanno Abruzzo e Sardegna, per le quali è stata diramata un’allerta meteo rossa, mentre altre nove Regioni dovranno affrontare un’allerta meteo arancione. Nello specifico, l’allerta arancione riguarda parte dell’Abruzzo, Calabria, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, parte della Sardegna, Molise, Basilicata, Campania e Veneto.

In virtù delle allerte meteo, i sindaci di molti comuni hanno deciso di firmare ordinanze per disporre la chiusura degli istituti scolastici di ogni ordine e grado.

Allerta meteo, scuole chiuse martedì 22 novembre: i comuni della Sardegna

In considerazione della situazione climatica e dell’allerta meteo rossa disposta per l’Abruzzo e per la Sardegna, molti sindaci hanno deciso di firmare delle ordinanze con le quali dispongono la chiusura delle scuole.

In Sardegna, invece, i comuni in cui le scuole rimarranno chiuse martedì 22 novembre sono:

  • Terralba;

  • San Nicolò d’Arcidano;

  • Solarussa;

  • Malrabbiu;

  • Arborea;

  • Uras.

Il maltempo fa chiudere le scuole: i comuni della Campania

In considerazione della situazione climatica e dell’allerta meteo arancione disposta per la Campania, molti sindaci hanno deciso di firmare delle ordinanze con le quali dispongono la chiusura delle scuole.

Nella Regione, le scuole che resteranno chiuse nella giornata di martedì 22 novembre a causa del maltempo si trovano nei seguenti comuni:

  • Napoli;

  • Salerno;

  • Benevento;

  • Avellino;

  • Cava de’ Tirreni;

  • Casalnuovo di Napoli;

  • Agropoli;

  • San Giorgio a Cremano;

  • Portici;

  • Ercolano;

  • Somma Vesuviana;

  • Torre del Greco;

  • San Sebastiano al Vesuvio;

  • Massa di Somma;

  • Pollena Trocchia;

  • Palma Campania;

  • Ischia;

  • Procida;

  • Sant’Anastasia.

Allerta meteo, scuole chiuse martedì 22 novembre: i comuni del Lazio

Ancora, resteranno chiuse anche alcune scuole del Lazio a causa di una forte instabilità climatica prevista in alcune aree della Regione. In particolare, è stata disposta la chiusura degli istituti scolastici situati nei comuni di:

  • Gaeta;

  • Formia;

  • Ostia;

  • Latina;

  • Frosinone;

  • Itri;

  • Fondi;

  • Monte San Biagio;

  • Cassino;

  • Pontecorvo.

Sulla pagina Facebook di Roma Capitale, è stato riportato il seguente avviso:

ALLERTA VENTO: DOMANI STOP SCUOLE A OSTIA, A ROMA CHIUSI PARCHI, GIARDINI E VILLE STORICHE
In relazione alle previsioni metereologiche che annunciano per la giornata di domani martedì 22 novembre forti venti di burrasca sul litorale del Lazio, il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri firmerà in serata un’ordinanza per la sospensione dell’attività didattica per le scuole di ogni ordine e grado nel Municipio Roma X di Ostia. Per quanto riguarda il resto della città di Roma, l’ordinanza del Sindaco prevede per domani la chiusura al pubblico di parchi, giardini, ville storiche e cimiteri su tutto il territorio comunale.

Scuole chiuse anche nelle Marche e in Friuli-Venezia Giulia

A causa del maltempo, anche nelle Marche e nel Friuli-Venezia Giulia sono state annunciate alcune chiusure di edifici scolastici. Nel comune marchigiano di Senigallia, ad esempio, il primo cittadino Massimo Olivetti, al fine di prevenire situazioni di pericolo e/o intralcio alle operazioni di soccorso, ha ordinato non solo la sospensione delle attività didattiche per le scuole di ogni ordine e grado ma anche la chiusura delle strutture per l’infanzia da 0 a 3 anni sia comunali che private, dei centri diurni per disabili, del centro diurno Alzheimer, del centro pomeridiano “Il Germoglio”.

In Friuli, il sindaco di Grado, Claudio Kovatsch ha emanato un’ordinanza con la quale ha stabilito la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, compresi l’asilo nido comunale e quello parrocchiale