Scuole paritarie, a Firenze concluso il campus estivo di Agidae

red

Firenze, 27 ago. (askanews) - Accesso ai PON, per la prima volta, per le scuole paritarie. E risorse sbloccate per oltre 50 milioni di euro. A rivendicare con orgoglio "un grande risultato" è il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti, che in un messaggio inviato al Campus di formazione Agidae (Associazione gestori istituti dipendenti dall'autorità ecclesiastica), conclusosi a Firenze, rimarca una "accelerazione promessa", e portata a termine, nell'erogazione dei contributi al settore. 

"Ho basato la mia azione di governo sull'ascolto e il dialogo con tutti gli attori che ne fanno parte. Un anno fa a Napoli al vostro Campus avevo fatto alcune promesse e sono felice di poter dire di averle mantenute", scrive il ministro, impossibilitato, per improvvisi impegni istituzionali, a partecipare in prima persona ai lavori: "Ho fin dall'inizio del mio mandato evidenziato la necessità di quella che ho chiamato 'rivoluzione delle attitudini': rimettere al centro gli studenti, le loro inclinazioni, talenti, affinché ciascuno potesse dispiegare le proprie potenzialità e le proprie capacità di apprendimento".

A rappresentare il Miur, nel corso della giornata conclusiva dell'evento, tenutasi a Palazzo Vecchio, nel Salone dei Cinquecento, è Nicola Mercurio, consigliere del ministro e coordinatore del Tavolo tecnico per la scuola paritaria: "Le risorse erogate dallo Stato alle scuole paritarie, frequentate da circa un milione di bambini e ragazzi, ammontano a 500 milioni di euro l'anno, pari ad appena l'1% della spesa per la pubblica istruzione. Come non occuparsi di una platea così ampia? Il lavoro svolto dal Tavolo tecnico, che ha durata di tre anni, sta portando a trovare le soluzioni migliori. Dal 6 agosto, per la prima volta, gli istituti paritari possono accedere ai fondi PON, cioè ai finanziamenti messi a disposizione dall'Ue attraverso il Programma Operativo Nazionale 2014-2020, per la didattica, non per le strutture. Parliamo delle scuole paritarie non commerciali, che sono quelle che hanno una retta annuale al di sotto del costo medio dello studente che stabilisce il Miur. E abbiamo anticipato di due mesi il decreto per l'erogazione dei contributi e la ripartizione su scala nazionale".