SdR22, Etica Sgr: no a investimenti in armi, gas e nucleare

featured 1607047
featured 1607047

Milano, 11 mag. (askanews) – Una posizione netta e di coerenza con gli oltre venti anni di vita e di storia di Etica Sgr, che ribadisce il suo no a investimenti su armi, gas e nucleare. Come ha spiegato dal Salone del Risparmio a Milano Francesca Colombo, responsabile Analisi e Ricerca di Etica Sgr:

“La posizione di Etica Sgr è molto forte – ha sottoloineato – Non abbiamo cambiato idea nonostante le contingenze dell’attualità. Da sempre siamo esclusi dal settore degli armamenti e da sempre riteniamo che l’armamemnto non possa considerarsi un bene dall’impatto sociale positivo come qualcuno ora sta cercando di sostenere a causa della guerra.

“La nostra posizione è molto netta, i soldi dei nostri risparmiatori non devono essere utilizzati per questo settore. Su gas e nucleare, non siamo d’accordo con l’inserimento di essi nella tassonomia europea”.

“Il gas sicuramente è un combustibile fossile di transizione – ha sottolineato Colombo – e allora va bene laddove aiuti la transizione e quindi anche per i nostri investimenti vanno bene questo genere di società però non per il lungo periodo”.

“Per quanto riguarda il nucleare – ha aggiunto la manager – Etica è da sempre fuori dal settore. Non è una energia che può competere con le energie da fonti rinnovabili. Anche le tecnologie di terza generazione al momento non ci garantiscono una sicurezza maggiore e meno inquinamento per il discorso delle scorie radioattive. E anche i costi e i tempi di realizzazione dei nuovi impianti sono lunghissimi e rischiano di essere solo a svantaggio dei cittadini di quei paesi dove sono siti i reattori. Anche su questo la nostra posizione è di totale esclusione”, ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli