Se dovesse cadere il governo quando si andrebbe a votare?

Elezioni
Elezioni

Da ieri, 14 luglio 2022, si è formalizzata la crisi di governo e tra le tante cose che si sono sentite vi è quella delle elezioni anticipate. Ma quando si voterebbe se il presidente della Repubblica Sergio Mattarella dovesse decidere di sciogliere il Parlamento?

Crisi di governo, quando si vota? Le possibili date se cadrà l’esecutivo

Le date precise non ci sono, ma orientativamente, in caso di elezioni anticipate i mesi sono settembre o ottobre 2022. La campagna elettorale si farà d’estate e sarà necessario avere un nome il prima possibile per riuscire a portare a termine la Manovra 2023. Nel caso in cui il governo Draghi dovesse andare avanti le elezioni si terranno regolarmente tra il mese di marzo e il mese di maggio del 2023.

C’è anche l’ipotesi governo tecnico

Non è però detto che il presidente della Repubblica sciolga il Parlamento in caso di mancata fiducia. Potrebbe esserci un nuovo governo tecnico e tra i nomi che sono spuntati dal cilindro c’è quello di Giuliano Amato, presidente della Corte Costituzionale ed ex presidente del Consiglio dei ministri per due mandati. Non è detto però che i partiti non optino per una nuova crisi soprattutto durante la Legge di Bilancio, che è uno dei momenti più delicati dell’anno. In questo caso la procedura sarà la stessa però, come riporta Fanpage, sarebbe a rischio la legge di Bilancio con lo spettro dell’esercizio provvisorio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli