Se dovesse essere sconfitto in aula, Boris Johnson convocherà elezioni il 14 ottobre

Se il premier britannico, Boris Johnson, dovesse essere sconfitto domani in Parlamento, convocherà le elezioni per il 14 ottobre. Lo riferisce una fonte del governo. Domani a Westminister si vota la legge proposta dal leader dei laburisti, Jeremy Corbyn, per evitare la Brexit senza accordo.