"Se M5S fa governo con Pd muore"

webinfo@adnkronos.com

"Il Movimento 5 Stelle si è snaturato, ha rinnegato tutti i principi per i quali era nato". La pensa così Rosa Capuozzo, referente regionale campano di Italia in Comune, ex sindaco di Quarto (Napoli), nel 2015 diventata primo sindaco pentastellato eletto in Campania e poi espulsa dal Movimento a seguito del cosiddetto "caso Quarto", quando fu accusata dagli allora membri del "direttorio" di non aver denunciato presunte pressioni da parte della camorra.  

Sulla crisi di governo esplosa ieri con le dimissioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, Capuozzo ha le idee chiare: "Era inevitabile - spiega all'Adnkronos - le due politiche erano estremamente lontane e si avvicinava una manovra finanziaria che vedeva Movimento 5 Stelle e Lega su fronti opposti". Sui possibili scenari futuri Capuozzo è ancora più netta: "Se il Movimento 5 Stelle farà un Governo con il sostegno del Pd sarà completamente defunto. Non si può insultare in quel modo una forza parlamentare e il giorno dopo farci l'alleanza come se niente fosse. Non è possibile non perché non sia democraticamente fattibile, ma per come si è posto il M5S all'interno del Parlamento". 

Secondo l'ex sindaco di Quarto, oggi riferimento in Campania del partito fondato dal sindaco di Parma Federico Pizzarotti, "le europee hanno confermato che le persone non seguono più il Movimento 5 Stelle e credo che andrà sempre peggio". Capuozzo individua il responsabile nel capo politico Luigi Di Maio: "Il calo - spiega - nasce quando la sua leadership si rafforza. E' un incapace politico, in un anno ha fatto un disastro portando il Movimento 5 Stelle dal 32%, in alcune zone del Sud addirittura sopra il 40%, al 17% delle europee. Un risultato del genere in politica non si era mai visto".  

Secondo Capuozzo "Di Maio dovrebbe dimettersi e un movimento serio avrebbe già chiesto la sua testa, cosa che non accade perché il M5S è verticistico. Il vero contrasto lo ebbi proprio con lui. Con Di Maio - ricorda l'ex sindaco di Quarto - non si può avere una discussione politica, perché diventa sempre 'chi non è con me è contro di me'. Il Movimento 5 Stelle si potrà riprendere quando rimetterà questa classe dirigente, persone che vogliono rimanere in sella ad ogni costo perché non hanno la possibilità di fare altro nella vita, e riprenderà tutte le persone che hanno perso per strada. Il Movimento 5 Stelle dovrebbe tornare ad essere movimento: io non mi sono mai allontanata, è il M5S che è cambiato", conclude.