Se ti ritrovi nello stile parisienne fatto di maglioni over fluffy e abiti a fiori, questo è per te

Di Guia Rossi
·5 minuto per la lettura
Photo credit: Courtesy Photo, Guia Rossi - Getty Images
Photo credit: Courtesy Photo, Guia Rossi - Getty Images

From Cosmopolitan

Domande ricorrenti: oltre alla tuta comfy c'è di più? Facile risposta. Certo che c'è e non ha nulla a che fare con gli abiti da sera e i tacchi 15 ultra femminili. L'alternativa inspo si chiama french style, è lo stile francese, o meglio parigino, di ultima generazione che non lambisce le istituzioni del lusso come Vuitton o Chanel, ma si immerge nella sensualità dégaine tipica di un preciso lifestyle d'oltralpe: finto trasandato, mai volgare e dannatamente sexy-chic. Fuori dai cliché evergreen. Ok Brigitte Bardot e le scollature a barchetta, i quadretti Vichy rosa confetto con le ballerine da danza classica. Ok lo stile Côté Sud da estate perenne di Jacquemus, ma la moda 2021 guarda di nuovo al dirty french ispirato al mito degli anni 70 e primi anni 80 declinati con quell'istinto innato verso un'eleganza décontracté, rilassata sì, ma sotto-sotto pensatissima. Un solo nome: Jane Birkin, attrice e cantante britannica naturalizzata francese, incarna senza tempo il simbolo di una femminilità fresca finto innocent, intrisa di sensualità. Charlotte Casiraghi ad esempio, potrebbe esserne l'erede.

Photo credit: Mirrorpix - Getty Images
Photo credit: Mirrorpix - Getty Images

Se ti ritrovi nello stile parisienne fatto di maglioni over fluffy portati a pelle, scollature innocenti, mini gonne svasate e tacchi midi, camicette floreali e pantaloni a vita alta aderenti nei punti giusti, è il momento di passare in rassegna i brand per cui potresti riconsiderare l'algoritmo dei tuoi look. Lo stile parigino è fatto di equilibri, precari, ma pur sempre fatti da bilanciamenti tra opposti. E chi meglio di questi brand 100% made in France (in termini di concept, ovviamente) può darti l'esprit esatto? E soprattutto, perché loro ce l'hanno e noi no? Dopo il successo di Rouje di Jeanne Damas, con i suoi wrap dress a fiori, le sottovesti dai toni pastello e i blazer in tweed, facciamo una carrellata sui nomi caldi che alimentano questo filone destinato a durare a lungo.

Sézane, la moda french touch price friendly

Dietro al fenomeno Sézane c'è Morgane Sezalory, un'intuitiva ragazza dai capelli bruni con il pallino per il vintage. Da un account su eBay da dove ha iniziato vendendo i vestiti avuti in eredità dalla sorella partita per studiare all'estero, alla manipolazione e customizzazione di abiti second hand brasati in tempo zero in drop mensili, nel 2013 è arrivata a creare finally il suo brand inizialmente con vendita solo online. E così pezzi sfiziosi da mescolare con nonchalance in uno shuffle infinito sono entrati nel cuore e negli armadi di Francia, Uk e Stati Uniti. L'Appartement è la formula con cui è stato pensato il primo store parigino, uno spazio dove non solo fare shopping, ma pure godersi un film nella mini sala cinema nel basement o leggere un libro alla biblioteca- caffetteria. Dispensatore di autostima mescolata a vestiti a fiori, cardigan rassicuranti e pantaloni a vita alta con le pence, possiamo aggiungere anche che Sézane non ha perso di vista l'importanza dell'impegno etico, un valore fondamentale per consolidare la fedeltà della propria clientela. Trasparenza nella filiera, packaging riciclato, charity e mecenatismo.

Su quali pezzi puntare: da Sézane saldi a volontà ma nel segmento Archives trovi gli invenduti delle stagioni precedenti con top e camicie ideali per la primavera a prezzi ancora più mini.

I pantaloni di Nathalie Dumeix, lo stile francese da finto maschiaccio

L'amica di Jeanne Damas, la stylist Nathalie Dumeix, non ha esitato un momento dal tuffarsi nel mirabolante fashion industry come imprenditrice. Tra lei e l'amica influencer, che dal 2016 è a capo del brand Rouje, è un'osmosi continua. Una ispira l'altra. Ma il brand di Dumeix fa un focus approfondito sui pezzi della metà inferiore del look, i pantaloni. Con l'immagine fisse di Jane Birkin e gli anni 70 (francesi, ça va sans dire) le silhouette plasmano capi da amare per sempre e indossare ogni mattina per un transfert immediato in un sogno vintage. Creati e prodotti in piccole quantità a Parigi i vestiti Nathalie Dumeix si rispecchiano in una filosofia slow fashion, così come lo sono i prezzi. Da abbinare ai vestiti incrociati a fiori di Rouje? Oui!

Su quali pezzi puntare: tra i pezzi forti della selezione pantaloni guarda la serie di salopette e tute con vita alta e collo di camicia.

Atelier Paulin, lo stile francese in un gioiello

Amici da 15 anni, Anne Sophie Baillett e Matthias Lavaux, lavorano con passione e ispirazione intorno al loro brand di gioielli con due valori ben in mente, l'artigianalità (i loro pezzi sono tutti fatti a mano) e la poesia. Una parola, un ricordo o una data si scrivono con un filo di metallo prezioso, in argento oppure in oro, per forgiare bracciali, collane e orecchini. Ultima nata è la collezione ispirata ai pensieri del grandissimo intellettuale, poeta e drammaturgo, Jean Cocteau.

Su quali pezzi puntare: dal braccialetto A l’impossible je suis tenu in filo d'oro 14 carati - replica della scrittura di Jean Cocteau così come il profilo di Orfeo, opera simbolo dell'artista, diventa un finissimo earcuff.

E poi c'è Marcia, lo stile francese 100% sostenibile, 1000% sexy

{{ this.render( "@app/views/shared/embed-accessibility-text.twig", { embedName: "Instagram", })|raw}}

{% verbatim %}

{% endverbatim %}

Il Tchikiboum dress è il loro capolavoro. Un vestito tubino apparentemente castigato è invece maliziosamente aperto su entrambi i fianchi scoprendo così le carte sulla presenza o meno di underwear d'ordinanza. Ok, gli esperti dicono che lo si può indossare anche sopra a pantaloni e bikers shorts, di certo da solo è un bomba. Devi sapere che da Marcia, fashion brand francese nato nel 2019, le cose le fanno per bene. L'intuizione dirty french è infatti supportata da un'etica di ferro 100% green, accontentando così proprio tutte. E se gli abiti realizzati in Econyl, nylon rigenerato dalle vite infinite, fosse too much ci sono anche le versioni spezzate con mini gonne e top oppure la serie di leggings e maglie aderenti percorse da cuciture a vista a metà tra Eva Kant e Cat Woman.

Su quali pezzi puntare: metti in pausa la timidezza e azzarda con le maglie Checher stampa animalier e pitone e gli abiti lunghi Tchikiboum con i bottoni Swarovski.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli di Cosmopolitan direttamente nella tua mail.

ISCRIVITI QUI