Seat: chiude 2020 in rosso, citycar Bev anche per VW in 2025

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 mar. (askanews) - Seat lancerà nel 2025 una city car elettrica a un prezzo compreso fra 20-25mila euro ed è pronta ad avviere la produzione a Martorell di 500mila auto elettriche di piccole dimensioni e di batterie anche per il gruppo Volkswagen, se riceverà il sostegno del governo spagnolo e della Commissione Ue. "Il progetto - ha detto il presidente Seat Wayne Griffiths durante la conferenza stampa annuale - è legato al supporto chiesto al governo spagnolo per stimolare la domanda di auto elettriche e sviluppare l'infrastruttura di ricarica e alla Commissione Europea per la fabbrica di batterie che dovrebbe sorgere sempre a Martorell grazie ai fondi del Green Deal. Il progetto, che prevede 5 miliardi di investimenti al 2025, è definito ma prima di prendere una decisione Volkswagen vuole il pieno appoggio delle istituzioni. La Spagna e l'Europa non possono perdere questa occasione, non voglio nemmeno prendere in considerazione l'ipotesi che il progetto non si realizzi".

Archiviato un 2020 difficile con ricavi in calo del 21% a 8,78 mld di euro (427mila auto immatricolate -26%), una perdita operativa di -418 milioni (2019: 352 mln) aggravata da 260 milioni di euro di multe per le emissioni e una perdita netta di 194 mln (2019: 346 mln), Seat conta di tornare alla redditività nel 2021 con un possibile break even già nel primo trimestre anche se "pesano le incognite legate alla disponibilità di chip che sta mettendo in difficoltà tutto il settore automotive", ha detto Griffiths. Altro obiettivo del 2021 è quello di centrare gli obiettivi di emissioni: "con il lancio quest'anno di Cupra Formentor e-Hybrid e Cupra Born 100% elettrica, speriamo di raggiungere gli obiettivi di emissioni di CO2", ha detto Carsten Isensee, vicepresidente esecutivo Finance e It di Seat che potrà contare su 6 modelli Phev entro fine anno, oltre alle nuove versioni di Ibiza e Arona. Gli investimenti per il terzo anno consecutivo supereranno il miliardo di euro (1,092 mld).

Cupra (27.400 unità vendute +11%) punta a un ruolo importante nella crescita di Seat, con l'obiettivo di raddoppiare vendite e fatturato, che nel 2020 si è attestato a circa 900 milioni di euro, e di aumentare il mix di vendite del brand dal 5 al 10% (50% Formentor, metà ibride). Nel 2022, il marchio arriverà in Australia, per crescere nella regione dell'Asia-Pacifico, e in Sud America. Entro il 2024, ha detto Wayne Griffiths, è previsto l'arrivo del secondo modello 100% elettrico del brand, la Cupra Tavascan, che sarà costruita sulla piattaforma Meb di Volkswagen e sviluppata a Barcellona.

Il piano di sviluppo di Seat Future Fast Forward prevede la creazione di partnership che al momento sono 15 in sei diversi settori, e posti di lavoro (Seat assumerà 250 persone nel 2021). Con Iberdrola, che fornirà energia green agli impianti di produzione, Seat punta a sviluppare l'infrastruttura di ricarica che dovrebbe toccare quota 20mila colonnine entro fine anno.