Sebastian Pinera sospende il coprifuoco e chiede nuovo governo in Cile

sebastian pinera

Il giorno seguente la grande marcia che ha coinvolto più di un milione di persone per le strade di Santiago del Cile, il presidente Sebastian Pinera ha convocato il gabinetto. Tra i suoi obbiettivi c’è quello di formare un nuovo governo. Infatti, in una conferenza stampa il presidente cileno ha dichiarato: “Ho chiesto a tutti i ministri di rimettere il loro mandato per formare un nuovo governo, per affrontare le nuove richieste e farci carico dei tempi nuovi”. Di fronte al coprifuoco imposto dal Governo e alla violazione dei diritti umani da parte dell’Esercito e dei carabinieros, i manifestanti si sono ribellati. Pienra, infine, ha recepito il messaggio: “Siamo tutti cambiati e con l’aiuto di Dio prenderemo una strada verso un Cile che sia migliore per tutti”.

Sebastian Pinera chiede nuovo governo

“Voglio annunciare che, se le circostanze lo permettono, è mia intenzione revocare tutti gli stati d’emergenza a partire dalle 24 di domenica, per contribuire a questa normalizzazione che tanto desiderano e meritano i cileni”. Sono queste le dichiarazioni che il presidente del Cile, Sebastian Pinera ha lasciato nella conferenza stampa con i giornalisti. Dopo gli scontri in piazza per protestare sulle disuguaglianze sociali, infatti, Pinera ha sospeso il coprifuoco e invocato la formazione di un nuovo governo.

Gli sviluppi

A scatenare le proteste, oltre alla lotta contro le disuguaglianze era stato anche l’aumento dei prezzi del trasporto pubblico. A tutto ciò Pinera ha replicato: “Abbiamo proposto al Congresso una profonda agenda sociale che raccoglie molte delle lamentele più sentite dai nostri compatrioti”. Tra gli obbiettivi del governo cileno, infatti, ci sarebbero il “miglioramento delle pensioni, delle entrate dei lavoratori, la stabilizzazione del prezzo di servizi di base come l’elettricità, e presto vogliamo anche fare progressi sui prezzi dell’acqua e del TAG ha spiegato Pinera. Questa agenda sociale, che è ampia, richiede un enorme sforzo dello Stato per trovare finanziamenti e questa agenda è in pieno sviluppo, per questo chiedo caldamente al Congresso di approvare i progetti”.