Secondo Abrignani del Cts "Non c'è più tempo per il convincimento, occorre introdurre l'obbligo vaccinale"

·2 minuto per la lettura
Abrignani Cts
Abrignani Cts

Secondo Sergio Abrignani immunologo del Cts, è arrivato il momento di introdurre l’obbligo vaccinale: “Se non ora, non vedo quando. Non abbiamo più tempo per il convincimento”.

Abrignani (Cts): “Se tutti vaccinati oggi saremmo in zona bianca”

“Se fossimo tutti vaccinati oggi avremmo 440 ricoverati in terapia intensiva invece di 1.200 e saremmo in zona bianca”. Con questi dati piuttosto signficativi si apre l’intervista di Sergio Abrignani per La Repubblica, dove l’immunologo dell’università di Milano e membro del Cts (Comitato Tecnico Scientifico), passa in rassegna gli argomenti topic di questo periodo, dal Super Green Pass alla variante Omicron.

Abrignani (Cts): “Scelte irrazionali del 10% determinano sorte del 90%”

In particolare, secondo l’immunologo è arrivato il momento per il governo di introdurre l’obbligo vaccinale. Il motivo?

“Perché i casi gravi si possono controllare con i vaccini e l’epidemia di forme severe oggi riguarda i No Vax, il 10% del paese. Il 60-70% dei ricoveri in terapia intensiva è di persone non immunizzate e dalle terapie intensive dipendono sia i colori delle Regioni che la possibilità di curare malattie diverse dal Covid” spiega a La Repubblica. Poi l’amara osservazione: ” Non è possibile che le scelte irrazionali del 10% determinino la sorte del restante 90%. Se torneremo in zona arancione o peggio rossa, chi pagherà i danni?”

Abrignani (Cts): “Sarebbe giunto il momento dell’obbligo vaccinale”

Riguardo Omicron, secondo Abrignani a cambiare è stato soprattutto il contesto per la nuova variante: “Il virus incontra una maggioranza di immunizzati e i vaccini mantengono un’ottima capacità di prevenire i sintomi gravi”. Proprio per questo secondo l’esperto del Cts sarebbe giunto il momento di introdurre l’obbligo vaccinale “L’epidemia seria oggi riguarda soprattutto i non vaccinati. L’obbligo vaccinale salverebbe il paese da ulteriori danni della pandemia e i No Vax dall’alto rischio di forme severe. Se non ora, non vedo quando. Non abbiamo più tempo per il convincimento“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli