Secondo ciclo seminari formativi per i sindaci libici a Siracusa

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 set. (askanews) - "Nella magnifica cornice di Siracusa, i sindaci libici e italiani si incontrano per discutere la governance locale e le best practices". Così in un tweet l'ambasciata italiana in Libia rilancia l'iniziativa promossa dal ministero degli Esteri per "rafforzare l'amicizia tra le minucipalità" dei due Paesi.

Dal oggi al 28 settembre, presso il Siracusa International Institute "Cherif Bassiouni", si svolge il secondo ciclo di seminari formativi dedicati a sindaci e funzionari municipali libici. L'incontro s'inserisce nel più ampio programma "Formazione e sviluppo delle capacità dei funzionari municipali in Libia", finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed eseguito dall'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) insieme all'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), in stretto coordinamento con l'Ambasciata d'Italia a Tripoli e il Ministero del Governo locale (MOLG) libico.

Il programma rappresenta un tassello importante nelle azioni di cooperazione tra Italia e Libia in materia di governance locale. In un momento in cui il Paese vede accelerare il processo di decentralizzazione statale, l'iniziativa vuole infatti rispondere all'esigenza di rafforzare il ruolo delle municipalità nel fornire servizi di base alla popolazione attraverso attività di capacity building, condivisione di expertise e consolidamento delle relazioni tra gli attori coinvolti.

Con l'importante ingresso di Tripoli nel progetto tutte le aree geografiche libiche sono ora rappresentate ai massimi livelli. Un'adesione, quella della capitale, che conferma quante aspettative ci siano nel progetto ANCI-AICS sia da parte libica che da parte italiana, si legge in una nota dell'Anci.

Questo secondo ciclo formativo prevede una serie di lezioni pratiche sui modelli italiani di gestione dei servizi di bilancio municipale, del patrimonio e dell'anagrafe. Durante le lezioni di confronto e di approfondimento i tecnici italiani dedicheranno un focus speciale all'ordinamento che regola i rapporti tra Stato centrale e autonomie locali in Italia, lavorando su materiali formativi, tradotti in lingua araba, riguardanti le modalità di trasferimento delle risorse dallo Stato alle città, a cura del direttore della fiscalità locale di IFEL Andrea Ferri, e la pianificazione strategica delle città, a cura del direttore dell'Ufficio studi di ANCI Paolo Testa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli