Secondo i dati ISS i no vax hanno possibilità 25,6 volte superiori di finire in terapia intensiva

·1 minuto per la lettura
covid iss ricoveri
covid iss ricoveri

L’Iss ha condiviso uno studio che evidenza la forte propensione dei No vax a finire in terapia intensiva in seguito ad aver contratto il Covid.

Covid, lo studio sui ricoveri dell’Iss

L’iss – Istituo Superiore di Sanità – ha condotto uno studio che ha portato a risultati lampanti: i ricoveri in terapia intensiva per Covid sono 25,6 volte più numerosi nei non vaccinati rispetto a coloro che hanno ricevuto tre dosi di vaccino.

Il tasso di ricovero nelle terapie intensive è pari a 23,1 ogni 100mila abitanti per i non vaccinati, mentre si assesta a 1,5 ogni 100mila per i vaccinati da oltre 120 giorni. Per coloro che hanno ricevuto la somministrazione entro 4 mesi o dispongono della dose booster, il dato è fermo a 1 ogni 100mila soggetti.

Covid, Iss: aumento generale dell’incidenza

Per quanto riguarda lo stato di avanzamento dell’epidemia, durante il periodo intercorso tra il 20 dicembre 2021 e il 2 gennaio 2022, sono stati segnalati 934.886 nuovi casi e ben 721 decessi.

Secondo questi dati, l’incidenza sui 14 giorni è aumentata in tutte le regioni ad eccezione della Provincia autonoma di Bolzano

Covid, Iss: aumento dei casi nel personale sanitario

Un dato che fa preoccupare è relativo all’incremento di contagi nel personale socio-sanitario. Nelle ultime due settimane si è registrato un forte aumento: 9.759 nuovi casi contro i 3.436 della settimana precedente.

Anche la percentuale di casi sul totale di quelli riportati risulta in aumento dal 1,8% della settimana precedente al 2,1% di oggi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli