Secondo giorno di voto in Repubblica Ceca, Zeman punta a rielezione

Sim

Praga, 13 gen. (askanews) - Urne di nuove aperte oggi nella Repubblica Ceca per la seconda giornata delle elezioni presidenziali in cui il Capo di Stato uscente, Milos Zeman, 73 anni, filo-russo e filo-cinese, punta a conquistare un nuovo mandato di cinque anni contro otto candidati liberali.

Il principale avversario del presidente uscente è Jiri Drahos, 68 anni, europeista, professore universitario ed ex presidente della Accademia delle Scienze della Repubblica ceca. Sebbene Zeman sia stato dato in testa negli ultimi sondaggi, è improbabile che ottenga la maggioranza, per cui si tornerà alle urne il 26 e 27 gennaio.

Zeman, che si è rifiutato di partecipare ai dibattiti elettorali, gode di forte sostegno nelle comunità rurali e tra i lavoratori manuali, mentre Drahos è il candidato preferito da intellettuali e grandi città. "Non si può dire che Jiri Drahos abbia dominato i dibattiti elettorali ma il suo principale punto di forza è che molte persone vedono in lui l'esatto contrario di ciò che rappresenta Milos Zeman - ha detto alla France presse un analista politico indipendente, Jiri Pehe - non è stato il più attivo e aggressivo durante questi dibattiti, ma questo non dovrebbe necessariamente pregiudicarlo".

I circa 15.000 seggi chiuderanno alle 14. I primi risultati sono attesi nel pomeriggio. (fonte Afp)