Secondo il piano vaccinale, tutti i lombardi potrebbero ricevere la prima dose entro il 18 luglio

·2 minuto per la lettura
Covid, Fontana assicura che entro luglio tutti i lombardi avranno ricevuto la prima dose di vaccino
Covid, Fontana assicura che entro luglio tutti i lombardi avranno ricevuto la prima dose di vaccino

Notizie incoraggianti quelle provenienti dalle risposte fornite dal presidente della Lombardia, Attilio Fontana, durante un’intervista pubblicata sul suo profilo social dallo stesso.

La campagna vaccinale lombarda viaggia spedita, il Presidente Fontana ora punta all’obiettivo di somministrare almeno la prima dose a tutti i cittadini lombardi entro luglio.

Fontana sui vaccini

Attilio Fontana è stato in visita nella bassa Lombardia tra Cremona e Codogno e in particolare proprio nell’hub vaccinale di Codogno, per supervisionare l’andamento della campagna vaccinale, in quest’occasione è stato intervistato.

Soddisfazione espressa da Fontana in merito all’andamento del piano vaccinale lombardo, ecco le sue dichiarazioni:

“Ieri in Lombardia abbiamo dato un’accelerazione anche per provare concretamente il sistema e ha funzionato molto bene, abbiamo superato 65mila vaccini in un giorno, settimana ventura aumenteremo ancora l’asticella verso l’alto, sperando che arrivino i vaccini, l’unico limite è quello.

Il generale Figliuolo sta rispettando la parola, le dosi ci sono e arrivano quindi siamo convinti che si possa andare verso la soluzione di tutti i problemi“.

E sull’arrivo anche di Johnson&Johnson, ecco le parole di Fontana:

“È una munizione in più molto importante, una munizione in più che possiamo usare per arrivare ad ancora più cittadini“.

Quando tutti i lombardi saranno vaccinati?

Durante l’intervista, a Fontana è stata posta la domanda “Entro quando tutti i lombardi vaccinati?”, ecco la sua risposta:

“Se arrivano i vaccini, noi abbiamo detto che entro fine giugno, metà luglio, almeno una dose l’avremo data a tutti. E poi concluderemo la seconda dose dopo, penso che dopo la prima dose la tranquillità sarà notevole”.

L’arrivo delle dosi

Inizierà nella giornata del 21 aprile la consegna di oltre 1,5 milioni di vaccino anti-Covid Pfizer alle Regioni italiane. Le dosi saranno poi smistate dalle strutture che sono state designate dalle Regioni, per poi essere distribuite nei vari hub vaccinali.

Queste sono le notizie che provengono dalla struttura commissariale all’emergenza coronavirus, guidata da Figliuolo.