Secondo la polizia l’uomo stava attraversando i binari per raggiungere un negozio di alimentari

·2 minuto per la lettura
La stazione del Brennero, teatro della tragedia
La stazione del Brennero, teatro della tragedia

Tragedia alla stazione ferroviaria del Brennero, dove un camionista è stato travolto ed ucciso sui binari da un treno in transito. Secondo le prime indiscrezioni giunte ai media locali che le stanno diffondendo in queste ore pare che l’uomo stesse cercando di raggiungere un negozio di alimentari situato sul versante opposto della linea ferroviaria. Insomma, la tragedia di cui scriviamo sarebbe stata innescata da un bisogno elementare come quello di comprare dei generi alimentari per fare sosta durante un viaggio tipico della dura vita del camionista.

Camionista russo di 45 anni travolto ed ucciso da un treno: lo spuntino fatale

I media territoriali non hanno dubbi: la vittima, risultato poi essere un cittadino russo di 45 anni che prestava servizio come camionista “di linea”, dal suo camion ci era sceso per comprare qualcosa da mangiare prima di rimettersi in viaggio nella zona di confine. A quel punto il camionista deve aver pensato, ma siamo nel campo delle congetture, che raggiungere il generi alimentari sull’altro lato della strada ferrata fosse più facile e veloce attraversando direttamente invece di reperire un sottopasso o un cavalcavia apposito, ed ha iniziato a camminare trasversalmente al binario: è stata la scelta che gli è costata la vita.

Un treno in transito non lascia scampo ad un camionista: lo ha travolto ed ucciso sui binari

In quel momento sopraggiungeva a velocità sostenuta e in condizioni di visibilità ridotta un convoglio che non ha lasciato scampo all’uomo: lo ha travolto ed ucciso. Dalla rivendita di alimentari e tabacchi che il camionista della Russia stava cercando di raggiungere è immediatamente partito l’allarme: i soccorsi sono stati celeri ma purtroppo inutili, troppo violento l’impatto del treno sul corpo dell’uomo e lo stesso “schiaffo” dato all’aria dal convoglio sarebbe stato in grado di ucciderlo.

Soccorsi celeri ma inutili per il camionista travolto ed ucciso da un treno al Brennero

Sul posto anche le forze dell’ordine, prima fra tutte la Polizia Ferroviaria dello spot del Brennero e la polizia giudiziaria a servizio del magistrato di turno. Dopo gli adempimenti medico legali di rito, la salma del povero camionista è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre gli operatori avvisavano la società per cui l’uomo lavorava per mettere al corrente della tragedia i suoi cari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli