Secondo suo fratello Farideh Moradkhani è stata prelevata e condotta in carcere

Farideh Moradkhani
Farideh Moradkhani

Arrestata in Iran la 36enne nipote del leader Ali Khamenei, secondo  suo fratello Farideh Moradkhani è stata prelevata e condotta in carcere e la repressione nella repubblica islamica colpisce anche la famiglia della guida suprema.  Farideh Moradkhani è infatti nipote di Ali Khamenei che da due mesi deve reprimere con la frnza e la polizia le manifestazioni soprattutto delle donne che ostentano ciocche di capelli al vento e mettono in atto proteste coraggiose e determinate in ogni città.

Arrestata in Iran la nipote del leader

La donna è una nota attivista politica e per i diritti umani e sarebbe stata arrestata a Teheran “per aver sostenuto i manifestanti che continuano, nonostante le centinaia di vittime e le migliaia di arresti, a ricordare Mahsa Amini”, come spiega Ansa. Nel nome della giovane morta a settembre mentre era in custodia della polizia per non aver indossato correttamente il velo le manifestazioni si susseguono da settimane.

Per l’Onu già 14mila in manette

Secondo l’Onu, 14.000 persone sono state arrestate durante le proteste. Secondo un tweet del fratello Mahmoud Moradkhani la donna sarebbe stata “arrestata e portata in carcere oggi, quando si è recata presso l’ufficio del procuratore per scontare un ordine del tribunale”.