S.Sede-Kazakistan: firmato accordo, permessi di soggiorno più facili per sacerdoti

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Città del Vaticano, 14 set. (Adnkronos) – Oggi, nella sede del Ministero degli Affari Esteri della capitale Nur-Sultan, è stato sottoscritto un Accordo tra la Santa Sede e la Repubblica del Kazakhstan. "La nuova Intesa – spiega la Santa Sede – intende dare più ampia attuazione all’art. 2 dell’Accordo bilaterale del 1998, facilitando la concessione dei visti e dei permessi di soggiorno al personale ecclesiastico e religioso proveniente dall’estero e impegnato nella cura pastorale dei fedeli cattolici in Kazakhstan. Composto da un Preambolo e da otto paragrafi, il documento consolida ulteriormente i vincoli di amicizia e di collaborazione già esistenti tra le due Parti. L’Accordo entrerà in vigore dopo lo scambio degli strumenti di ratifica".

Hanno firmato, per la Santa Sede, Mons. Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati e le Organizzazioni Internazionali, e, per la Repubblica del Kazakhstan, Mukhtar Tileuberdi, Vice-Primo Ministro e Ministro degli Affari Esteri.