Sedicenne vittima di violenza sessuale ha tentato di suicidarsi: a salvarla è stato il migliore amico

Genova ragazza violentata in palestra

Un gesto bestiale che sporca la più intima purezza: così a Genova, una ragazza di 16 anni violentata in palestra, non ha retto a quella sofferenza che le ha macchiato l’anima nel profondo. Per questo motivo, ripensando a quanto subito dopo un allenamento del giugno 2019, ha pensato di farla finita e suicidarsi. Fortunatamente la giovane sta bene: a salvarla è stata il migliore amico.

Genova, ragazza violentata in palestra

Mentre Genova cerca di ripartire dopo i drammi indelebili dovuti al crollo del Ponte Morandi, c’è chi proprio non riesce a far fronte al dolore subito. Dimenticare certe brutalità è impossibile. È la storia di una 16enne che frequenta il liceo a Genova.

In palestra la giovane studentessa è stata violentata e, a distanza di mesi, non ha retto al peso del dolore. Un incubo che da tempo le tormenta anima e testa. Così, in un caldo pomeriggio di giugno, ha cercato di lanciarsi dal muraglione di via Nizza ad Albaro, in corso Italia. Quel macigno che porta nel cuore non le dava tregua e così ha pensato di togliersi la vita. Il suo più grande amico l’ha salvata. Molto legata al suo coetaneo, è proprio a lui che la studentessa genovese aveva scritto un messaggio di poche parole, ma esaustive e preoccupanti. “Addio, non riesco a farcela”, gli aveva detto.

L’amico del cuore, leggendo le parole della ragazza, ha subito preso il suo scooter e ha raggiunto quello stesso muraglione dove l’amica spesso si recava. Sapeva che avrebbe potuto trovarla in quel punto. Arrivato in corso Italia, ha trovato l’amica già pronta a buttarsi nel vuoto. Immediatamente le ha prestato soccorso, salvandola da morte certa. Tuttavia, è stata una scena drammatica.

La giovane studentessa ha sempre vissuto con solarità e spensieratezza la sua adolescenza, ma nel giorno in cui un ragazzo, intrufolatosi nel suo spogliatoio, l’ha costretta a un rapporto sessuale, per lei tutto è cambiato per sempre.