Segre, Bernini: se lei presiede commissione, Fi la vota

Pol/Vep

Roma, 22 nov. (askanews) - "L'intervista della senatrice Segre al Corriere della Sera è un contributo di equilibrio e di saggezza che dovrebbe essere di esempio per tutti. Accolgo con entusiasmo l'appello a un impegno bipartisan per prevenire le epidemie dell'odio, di cui l'antisemitismo è la malattia più grave, un cancro che sta minando alla radice la civile convivenza in tutta Europa. Se davvero Liliana Segre accetterà di essere la presidente della Commissione che porta il suo nome, Forza Italia la voterà convintamente". La sua volontà di non essere strumentalizzata rappresenta infatti una garanzia per tutti. Potremo confrontarci costruttivamente anche su temi cruciali come i distinguo, che per me sono sbagliati, tra il contrasto all'antisemitismo e la difesa di Israele. Ma, lo ripeto, la presidenza Segre sarà davvero una garanzia per tutti". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.