Segre, Bernini: Spadafora indegno, da lui solo insulti superficiali

Pol/Bac

Roma, 31 ott. (askanews) - "Il ministro Spadafora, sostenendo che è complice della violenza chi si è astenuto sulla mozione di maggioranza istitutiva della commissione Segre, usa il repertorio della peggior sinistra illiberale per strumentalizzare una posizione, la nostra, che è invece lineare e ancorata ai princìpi liberali". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Fi.

"Se si fosse degnato di leggere la mozione di Forza Italia, favorevole alla commissione e che condanna senza alcuna ambiguità tutti i razzismi, giudicando l'antisemitismo come un orrore irripetibile della storia, forse - aggiunge - avrebbe evitato di rilasciare dichiarazioni così offensive e superficiali, del tutto indegne di un ministro della Repubblica. Noi non abbiamo votato contro alcuna proposta di istituire la commissione, a differenza della maggioranza che ha bocciato la nostra. Definirci dunque complici della violenza e dell'intolleranza che abbiamo sempre combattuto è un insulto vergognoso e intollerabile", conclude.