Segre, Fratoianni: reazione destra ferita a cultura democratica

Pol/Bac

Roma, 31 ott. (askanews) - "La banalità del male. Si potrebbe commentare così, con il titolo dell'opera di Hannah Arendt, l'indegna reazione della destra al Senato, che si è astenuta sulla Commissione proposta da Liliana Segre sui fenomeni di razzismo e antisemitismo". Lo scrive su Facebook Nicola Fratoianni di Sinistra italiana-Leu.

"Sono rimasti seduti quei senatori, di fronte alla senatrice Segre. Sono rimasti seduti - prosegue - di fronte a un pezzo della Storia del secolo scorso, che il male ha attraversato e vissuto, uscendone viva, come viva è uscita dai cancelli di quei campi di concentramento che oggi un pezzo di società ha dimenticato o addirittura nega".

"Seduti e in silenzio quei senatori, come buona parte dell'Europa negli anni in cui la tragedia si consumava, nell'indifferenza di molti. Questa immagine è una vergogna, una ferita alla cultura democratica del nostro Paese", conclude Fratoianni.