Segre: Fratoianni, 'Salvini e Meloni smettano di infarcire liste con nazifascisti'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 10 set. (Adnkronos) – "Tutti gli italiani sono debitori con Liliana Segre: perchè le sono stati rubati gli anni meravigliosi della gioventù e poi perchè grazie a lei la memoria di cosa è avvenuto in Italia durante il fascismo non si perde nell’indifferenza. È per questo che la nostra gratitudine nei suoi confronti è gigantesca nel giorno del suo 91º compleanno". Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni.

“Sono però convinto che per farla davvero felice, – prosegue il leader di SI – basterebbe che nel nostra Paese non si lasciasse così tanto spazio ai neofascisti, che alcuni politici non usassero parole di odio e di discriminazione in ogni momento”.

“Basterebbe che Salvini e Meloni la smettessero – conclude Fratoianni – di infarcire le proprie liste di antisemiti, nazifascisti, e magari buttassero in discarica i busti di Mussolini invece di conservarli nelle proprie sezioni. Ma forse questo è chiedere troppi a questi signori”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli