Segre a Mussolini: "Io donna di pace, non fomento odio"

"Spero di essere una donna di pace e di non fomentare l'odio". Così la senatrice a vita Liliana Segre risponde, a margine di un incontro nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, alle affermazioni di Alessandra Mussolini, che l'ha accusata di fomentare "l'odio".