I selfie uccidono la fauna selvatica: scienza in allarme

Mos

Roma, 3 set. (askanews) - I selfie con animali selvatici rischiano di danneggiare il loro comportamento, portandoli all'estinzione. E' questo l'allarme lanciato in Nuova Zelanda dalla Conferenza internazionale sui pinguini.

Philip Seddon, direttore del programma sulla fauna selvatica della Otago University, secondo quanto riporta il Guardian, ha detto: "Stiamo perdendo rispetto per la fauna selvatica, non comprendiamo più il selvatico per nulla".

Seddon ha chiarito alla conferenza che la diffusione dei selfie con animali selvatici è "preoccupante" e sta causando alla fauna stress fisico ed emotivo, che porta anche all'interruzione delle loro abitudini di alimentazione e di vita, con un potenziale calo dei livelli di nascite.

"Il pericolo con i selfie con fauna selvatica è che le immagini appaiono spesso decontestualizzate, così anche quando il messaggio punta a promuovere la conservazione e si tratta del messaggio di un ambasciatore d'un programma, quel messaggio è perso e tutte le persone vedono uno che abbraccia un pinguino e vogliono imitarlo", ha detto ancora il professore.

Per esseri ormai urbanizzati, come gli umani, il selvatico appare esotico, strano, e per questo motivo si diffonde la voglia di fare dei selfie con animali in libertà.

La Conferenza internazionale sui pinguini ha respinto un lucroso accordo di sponsorship da parte di un'azienda di Dubai perché teme che possa usare selfie di fauna selvatica nel materiale promozionale.

Su piattaforme quali Instagram ci sono centinaia di migliaia di selfie con animali selvatici. I ricercatori di World Animal Protection hanno registrato in un rapporto del 2017 un aumento del 292 per cento dei selfie con animali in libertà su Instagram dal 2014.

Il 40 per cento di questi selfie ritraggono il soggetto in un'interazione inappropriata con l'animale selvatico, come l'abbraccio o il bacio.

A diffondere la moda anche celebrità come Roger Federer, Justin Bieber, Kim Kardashian e Taylor Seift. Rispettivamente si sono fatti riprendere con un quokkaa, con una tigre, con un elefante e con un canguro.