Semplificazioni: Fassina, 'bozza dl va riscritta, inaccettabile regressione su appalti'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 mag. (Adnkronos) – "La bozza del dl semplificazioni va riscritta da capo sugli appalti. La velocizzazione degli appalti non ha nulla a che fare con la liberalizzazione dei sub-appalti e le gare al massimo ribasso. È una copertura per continuare a comprimere le retribuzioni e i diritti dei lavoratori, innanzitutto il diritto alla sicurezza". Lo afferma il deputato di LeU Stefano Fassina.

"A quanto vogliono innalzare le morti giornaliere sui cantieri i cosiddetti ‘semplificatori’? Quanto vogliono favorire il banchetto delle criminalità organizzata? Non è ancora chiaro che la qualità delle infrastrutture realizzate crolla con l’appalto integrato, le gare al massimo ribasso e il subappalto sfrenato? E la sostenibilità ambientale e sociale? Il Governo si fermi. Il Pnrr cosi porta all’ancient regime e alla restaurazione. Il Ministro Giovannini è lo stesso che dirigeva l’Asvis, l’Associazione per lo Sviluppo Sostenibile?".