Senato, annullamento in Commissione per la norma sul taglio dei vitalizi

Taglio vitalizi, annullata la delibera: gioiscono gli ex parlamentari

Nella serata del 25 giugno la Commissione Contenziosa del Senato ha annullato la delibera dell’Ufficio di Presidenza che istituiva il taglio dei vitalizi agli ex parlamentari. Ad annunciarlo è stato l’avvocato ed ex parlamentare di Forza Italia Maurizio Paniz, principale alfiere della battaglia contro l’abolizione del vitalizio fin dall’approvazione della delibera il 16 ottobre del 2018. In questi due anni Paniz ha infatti svolto il ruolo di legale difensore delle centinaia di ex deputati ed ex senatori che hanno presentato ricorso nei confronti della norma: “È stato ripristinato lo Stato di diritto”.

Senato, abolito il taglio dei parlamentari

Ai microfoni dell’Ansa, Paniz ha spiegato che la delibera è stata annullata dalla Commissione poiché: “Ingiustificata a fronte della giurisprudenza consolidata della Corte Costituzionale e del diritto dell’Unione europea, in base alla quale di fronte a una situazione consolidata gli interventi di riduzione degli importi devono rispondere a cinque requisiti, nessuno dei quali era stato rispettato dalla delibera.

L’ex parlamentare ha inoltre aggiunto: “È un risultato che mi ripaga dell’impegno e degli insulti e minacce ricevuti. Io non ho difeso un privilegio ma un diritto, e in uno Stato di diritto questa è una vittoria di tutti”. Secondo fonti di palazzo, la delibera sarebbe stata annullata con tre voti a favore e due contrari e stando a ulteriori indiscrezioni i due senatori espressisi contro l’annullamento sarebbero stati il leghista Simone Pillon e l’ex pentastellata Alessandra Riccardi, recentemente passata tra le fila del Carroccio.

Il commento di Vito Crimi

Tra i primi a commentare la decisione della Commissione c’è proprio il capo politico del M5s Vito Crimi, per il quale quella contro i vitalizi degli ex parlamentari è sempre stata un storica battaglia ideologica: “La Commissione Contenziosa del Senato ha annullato la delibera sul taglio dei vitalizi. Ci provavano da mesi: lo hanno fatto di notte, di nascosto. Uno schiaffo al Paese che soffre. La casta si tiene il malloppo ma noi non molliamo. Chi dobbiamo ringraziare per questa operazione?”.