Senato, Cucca (Pd): Giunta rispetti Costituzione, no a seggio Sicilia in Umbria

Luc

Roma, 25 lug. (askanews) - "La giunta per le elezioni ha un compito gravoso e poteri ampi, ma non può essere svincolata dalla legge e tantomeno dalla Costituzione. E' evidente che non può essere approvata la relazione di maggioranza e che dovrà essere rivalutata l'intera questione dell'attribuzione del seggio in Sicilia". Lo dice il senatoredel Pd Luigi Cucca, che ha parlato nell'Aula del Senato per illustrare la relazione di minoranza sulla questione dell'attribuzione del seggio in Sicilia.

"La soluzione prospettata dalla maggioranza in giunta - prosegue Cucca - per risolvere la questione del seggio in Sicilia che non è stato possibile attribuire per incapienza della vincente lista del M5s è illegittima per violazione della legge elettorale del Senato ed incostituzionale per la violazione del principio contenuto nell'articolo 57 della Carta per cui 'il Senato deve essere eletto a base regionale'. Imponendo la base regionale per l'elezione del Senato, l'articolo 57 implica che il livello di aggiudicazione dei seggi sia solo e soltanto quello regionale, senza possibilità di traslazione dei seggi vacanti da una circoscrizione regionale ad un'altra e per questo non è possibile invocare l'analogia con la legge elettorale della Camera dei Deputati, che prevede una ripartizione nazionale dei seggi. Non a caso nella storia repubblicana la legge elettorale del Senato non ha mai previsto, né si sono mai verificate ipotesi di slittamento di seggi da una circoscrizione regionale ad un'altra".