**Senato: Faraone, 'no diritto divino su guida comm. Esteri, rischio nuovo Petrocelli'**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 11 mag. (Adnkronos) – “Sul nuovo presidente della commissione Esteri la maggioranza deve fare una riflessione collegiale, nessuno gode di un diritto divino per rivendicare la presidenza e non vale nemmeno il principio ereditario". Così il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone.

"Non possiamo rischiare di trovarci un altro Petrocelli alla guida di un organismo così strategico e delicato nella fase attuale, nulla deve essere dato per scontato, è necessaria una condivisione nel metodo della scelta e sulla figura del nuovo presidente”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli