Senato, fiducia al Dl aiuti: Draghi va al Quirinale

Mario Draghi e Sergio Mattarella
Mario Draghi e Sergio Mattarella

Alla fine ha vinto il sì al Senato. Il Dl Aiuti è passato con 172 voti favorevoli e 39 voti contrari. Intanto il Presidente del Consiglio dei Ministri si sta recando al Quirinale da Mattarella.

Senato, fiducia al Dl aiuti: Draghi va al Quirinale

Nessun colpo di scena a Palazzo Madama, è successo quello che ci si aspettava: il Movimento 5 Stelle (M5S) si è completamente astenuto dalla votazione per il Decreto legge Aiuti. Alle 14.30 circa erano iniziate le votazioni, i presenti erano 212 e i votanti 211. Tra gli astenuti c’è stato anche il ministro per le Politiche agricole Stefano Patuanelli. Nonostante questo forte astensionismo di un partito che appartiene, forse ancora per poco, alla coalizione di maggioranza, il Dl Aiuti è passato al Senato.

Draghi pronto a dimettersi?

Stiamo forse per assistere ad una scena a cui siamo ormai abituati: la salita al Colle del presidente del Consiglio dei Ministri. Mario Draghi, dopo la votazione al Senato, ha deciso di recarsi dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Quasi sicuramente darà le sue dimissioni. L’esecutivo Draghi è durato 1 anno e mezzo circa ed ha preceduto il governo Conte bis. Proprio quest’ultimo, ex premier, stavolta è responsabile della fine dell’attuale esecutivo. Le sorti dell’Italia sono ancora da decidere. Alcuni chiedono di andare alle elezioni, altri vorrebbero un Draghi bis senza M5S e altri ancora invece premono per un governo tecnico Franco o Amato.

Mario Draghi è tornato a Palazzo Chigi

Dopo il confronto con Sergio Mattarella, Mario Draghi è tornato a Palazzo Chigi. Il loro colloquio è durato un’ora circa. Il premier avrebbe dovuto convocare una Consiglio dei Ministri alle 15.30, ma questo è slittato. La Nazione sta aspettando il discorso di Mario Draghi anche per sapere cosa si sono detti lui e Mattarella e per capire se darà le sue dimissioni in giornata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli