Senato, Salvini chiama il premier Conte-Monti: "Siete minoranza"

Roma, 10 set. (askanews) - "Mi rivolgo agli italiani che ci stanno seguendo, con tutto il rispetto per il presidente Conte-Monti. Molto elegante e rispettoso dello stile. Abituatevi a queste piazze del Paese, siete minoranza nel Paese, anche all'interno dei vostri partiti. Questo è un governo basato sulla spartizione delle poltrone e sulla paura".

Così il leader della Lega, Matteo Salvini, nel suo intervento in Senato, nel giorno in cui Palazzo Madama vota la fiducia al nuovo esecutivo Conte.

"Siete passati dalla rivoluzione al voto di Casini, di Monti e di Renzi".

Il leader del Carroccio, sostenuto dai suoi al grido di "Dignità, dignità", accusa Conte di volere solo poltrone. "Io oggi non la invidio, una poltrona figlia di slealtà, di tradimento, di interesse personale, può essere la poltrona più importante del mondo, ma è una poltrona che io non riuscirei mai a tenere nemmeno per un quarto d'ora. Le lascio la sua poltrona, e mi tengo l'onore e l'affetto di milioni di italiani".

E assicura, l'ex ministro dell'Interno, una dura opposizione: "Alla legge Fornero non si torna, all'immigrazione clandestina non si torna. Per noi 'mai col Pd rimane mai col Pd'".