Seoul: Mosca ha espresso "rammarico" per violazione spazio aereo

Sim

Roma, 24 lug. (askanews) - La Corea del Sud ha fatto sapere oggi che Mosca ha dichiarato che l'intrusione di un suo jet militare nello spazio aereo sudcoreano non è stata intenzionale e ha espresso "profondo rammarico" per quanto accaduto a causa di un problema tecnico.

Ieri, Seoul aveva denunciato la violazione del proprio spazio aereo, negata da Mosca, riferendo di aver esploso colpi di avvertimento. Quindi aveva convocato il numero due dell'ambasciata russa in Corea del Sud per esprimere "profonda preoccupazione".

Da parte sua, in una nota diffusa ieri, il ministero della Difesa russo aveva tenuto a sottolineare che la prima missione aerea congiunta tra Russia e Ciona sulla regione Asia-Pacifico che "non era diretta contro altri Paesi".

Oggi un portavoce della presidenza sudcoreana, citato dalla Bbc, ha detto alla stampa: "Mosca ha detto che se il velivolo avesse seguito la rotta indicata, questo incidente non si sarebbe verificato".