Separazione carriere, Anm: Parlamento e Cartabia ora riflettano

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 giu. (askanews) - La bassa affluenza alle urne per i referendum "non ci stupisce" e "avevamo già detto che erano quesiti del tutto inadeguati ad affrontare i problemi della giustizia e che non coglievano il nocciolo delle questioni e non mi sorprende che il corpo elettorale abbia dato queste risposte". Il presidente dell'Anm, Giuseppe Santalucia, interpellato da Askanews, commenta così l'esito dei referendum sulla giustizia che ieri ha visto una affluenza di elettori alle urne ai minimi storici. "Soprattutto è una conferma a quello che noi diciamo da tempo: la separazione delle carriere non è una cosa buona. E' la seconda volta che viene bocciata, e questa volta in maniera ancora più pesante, dai cittadini e auspico che il Parlamento e la ministra Cartabia tengano conto delle indicazioni emerse ieri dal voto referendario".

Dalla bassa affluenza alle urne sui referendum non crede che emerga in qualche modo una rassegnazione degli italiani su come funziona la giustizia nel nostro Paese? "Non credo ci sia un problema di disaffezione o di frustrazione dei cittadini. Credo - ha risposto Santalucia - che i cittadini non hanno risposto perchè i quesiti erano alcuni mal posti e altri erano del tutto marginali".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli