Sequestrata nel Napoletano società intermediazione Clan... -2-

Aff

Napoli, 11 feb. (askanews) - La "Engy Service", in specie, si è imposta, tra le numerose società storicamente operanti nel mercato florovivaistico, come un'illecita "agenzia di intermediazione" che ha di fatto radicalmente alterato le dinamiche di mercato tra gli autotrasportatori e i commercianti, i quali dapprima avevano l'autonomia di poter dialogare direttamente tra di loro e stabilire - liberamente e volta in volta - le commissioni riguardanti i trasporti della merce acquistata.

Per converso, il sodalizio camorristico stabiese, a partire dal 2015 (anno di costituzione della società), ha imposto la sua opera di "mediazione" tra i diversi operatori economici, costringendo i commercianti ad affidare il servizio di trasporto non più ai singoli autotrasportatori ma alla "Engy Service", che provvedeva a distribuire le commesse. In questo modo, è stato illecitamente realizzato un vero e proprio monopolio sulla spedizione di fiori, bulbi e vasellame nonché sullo scarico delle merci giunte al mercato a bordo degli autoarticolati, ottenendo un immediato exploit.