Sequestrate in Campania oltre 52 t di fuochi pirotecnici illegali

Red/Cro/Bla

Roma, 31 dic. (askanews) - Le Fiamme Gialle della Campania hanno sequestrato oltre 52 tonnellate di fuochi pirotecnici clandestini o detenuti illegalmente. Il risultato più grosso è frutto di una operazione interprovinciale tra Napoli e Caserta; in particolare, i finanzieri della Compagnia di Giugliano, in collaborazione con i colleghi del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Caserta, dopo aver notato un camion portacontainer che entrava in un'azienda di importazione e vendita di fuochi d'artificio di Teano (CE), hanno sequestrato 30 tonnellate di artifizi pirotecnici di categoria F2, F3 e F4, contenenti una massa attiva di oltre 4 tonnellate di esplosivo, per un valore sul mercato di oltre mezzo milione di euro.

L'impresa legalmente autorizzata ad operare nel settore ha tuttavia immagazzinato fuochi e materiali esplodenti ampiamente oltre i limiti previsti dalla licenza. Sono state sequestrate 2000 batterie di fuochi pirotecnici ed è stato segnalato all'autorità giudiziaria il legale rappresentante della società, un 69enne di Teano (Ce), per omessa denuncia all'autorità di materiali esplodenti.

(segue)