Sequestrati 120 immobili all'ex "re della logistica" del... -2-

Fcz

Milano, 17 dic. (askanews) - Bolondi, residente in Svizzera ma ora agli arresti domiciliari a Cormano, comune alle porte di Milano, è un "un imprenditore che esercita da oltre 20 anni l'attività nel settore della logistica" ed "è il dominus di una realtà aziendale di rilievo nazionale, la società consortile Premium Net" gestita negli anni "in un regime di elusione ed evasione fiscale". La sua "pericolosità sociale", evidenziano nel decreto di sequestro i giudici Maria Rispoli, Giuseppe Cernuto, Ilario Pontano, è testimoniata dal suo "conivolgimento in problematiche di carattere giudiziario" che hanno portato alla luce un "sistema di gestione degli affari improntato a un'evasione fiscale sistematica". Il 63enne è tra l'altro stato coinvolto da un'indagine condotta dalla Procura di pavia che ha accertato la "natura sopetta dei rapporti tra le società cooperative legate a Giancarlo Bolondi", oltre che l'esistenza di un vero e proprio sistema di caporalato: il 63enne è infatti accusato di "aver reclutato manodopera in condizioni di sfruttamento e avere approfittato dello stato di bisogno dei lavoratori, tenuti costantemente sotto la minaccia di perdere il lavoro qualora non avessero accettato condizioni retributive e di gestione del rapporto difformi dai contratti collettivi nazionali c on riferimento a turni, alle ferie e alla gestione dei riposi obbligatori".