Sequestrati 60 kg di cocaina purissima al porto di Gioia Tauro

Gci

Roma, 5 nov. (askanews) - Sessantuno chili di cocaina purissima sono stati sequestrati oggi nel porto di Gioia Tauro in Calabria. L'operazione è stata portata a termine dagli uomini del Comando Provinciale di Reggio Calabria, insieme ai funzionari dell'Agenzia delle Dogane con il coordinamento della Procura della Repubblica e la Direzione Distrettuale Antimafia.

In un container, che trasportava carne congelata in transito nello scalo portuale calabrese, proveniente dal Brasile e che aveva come destinazione finale il sud-est asiatico, sono stati individuati e sequestrati 61 chilogrammi di cocaina contenuti in due borsoni posti dietro i portelloni del contenitore. Droga, hanno stabilito gli inquirenti che una volta giunta a destinazione e tagliata fino a quattro volte prima di essere immessi sul mercato, avrebbe fruttato circa 12 milioni di euro alle organizzazioni criminali operanti nel settore.

Nonostante la tendenza alla delocalizzazione delle spedizioni su altri porti, Gioia Tauro, afferma la Guardia di finanza, rimane comunque uno dei principali scali di riferimento dei narcotrafficanti.