In serata sentenza sul clan Spada, pm ha chiesto 3 ergastoli -2-

Nav

Roma, 24 set. (askanews) - Nel complesso sono 24 le richieste di condanne. Tra le diverse condotte attribuite anche l'omicidio, l'estorsione e l'usura. Per gli inquirenti il gruppo criminale si era, di fatto, impossessato di un pezzo di città. Un clan che, secondo l'accusa, ha messo in atto una vera e propria aggressione al territorio: "una associazione a delinquere - scriveva il gip nell'ordinanza - che ha provocato un profondo degrado" nella zona di Ostia "consentendo il dilagare di reati gravissimi e lesivi dei beni primari". Una mafiosità che poggia la "sua potenza sull'organizzazione a base familistica e sulla ripartizione delle competenze".

Massimiliano Vender, presidente dell'associazione antimafia No, aveva spiegato pochi giorni fa: "I pm hanno chiesto una condanna esemplare per associazione a delinquere di stampo mafioso nei confronti dei componenti del clan spada. Attendiamo con speranza la decisione che i giudici prenderanno con la sentenza. Qualunque sia il responso - sottolinea - continueremo la nostra lotta quotidiana contro i clan che hanno spadroneggiato su Ostia, adesso che, gli abitanti del litorale, stanno rialzando la testa e chiedono a gran voce quella legalità che gli era stata rubata. Abbiamo iniziato una guerra a un sistema mafioso, e non abbiamo intenzione di tornare indietro".