Sereni concorda con Al Busaidi preparazione Commissione Italia-Oman -2-

Dmo/Red

Roma, 28 lug. (askanews) - "Nutriamo alcune preoccupazioni - ha dichiarato poi la Vice Ministra in riferimento all'Iran - per la posizione assunta da Tehran rispetto alle crisi regionali e in particolare al sostegno offerto ad alcuni attori non statali e al trasferimento di tecnologia missilistica, oltre naturalmente al tema dei diritti umani. È fondamentale salvare il JCPoA e proseguire il dialogo franco e costruttivo con le autorità iraniane".

L'Italia inoltre, ha aggiunto Sereni, "sostiene i rinnovati sforzi per raggiungere una soluzione negoziata e positiva" nella disputa che vede il Qatar opposto ai vicini Stati arabi. Riguardo la situazione in Libia, La Vice Ministra e il Segretario Generale hanno concordato sulla necessità di un immediato e credibile cessate il fuoco, "tenendo conto - ha chiarito Sereni - che occorre assolutamente evitare che la nuova linea del fronte tra Sirte e Jufra sancisca di fatto una spartizione del Paese. Ogni influenza esterna deve cessare e, in questo senso, l'embargo delle armi sancito dalle Nazioni Unite è una priorità in cui l'operazione Irini copre un ruolo fondamentale". Entrambi Sereni e Al Busaidi hanno anche concordato sulla necessità di un rapido riavvio della produzione petrolifera in Libia, essenziale per il dialogo politico e per la ripresa economica del Paese.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.