Serie TV online, in arrivo le puntate settimanali?

[Getty]

Una delle più evidenti novità che caratterizzarono il debutto di Netflix fu quella di avere in blocco tutti gli episodi di una serie tv. Fu una rivoluzione, nelle abitudini degli spettatori: i tempi in cui si friggeva di ansia per una settimana in attesa di un nuovo episodio del telefilm (si chiamavano così) preferito erano definitivamente consegnati al passato. E con essi, il rischio di perdersi una puntata e il filo della storia.

VIDEO - Chi è l’attore Disney scomparso a 20 anni

Forse dovremmo dire che quei tempi “sembravano” consegnati alla storia, poiché qualcosa di diverso dal costume attuale, e di molto simile a quello tradizionale, potrebbe accadere nel mondo delle streaming tv. A riportare le antiche usanze dell’attesa - che, come insegna un vecchio adagio, “è essa stessa il piacere” - potrebbe essere Disney+, per ora disponibile solo sul mercato americano. Il canale intende infatti programmare le proprie serie come si faceva un tempo: un episodio a settimana, sempre lo stesso giorno e alla stessa ora.

La decisione ha stimolato le riflessioni degli esperti di tv, che dopo sei anni di rilasci in blocco - tanto è passato dall’arrivo di Netflix - si attendono che gli spettatori apprezzino il ritorno del tempo di attesa tra una puntata e l’altra. A spingere verso il ritorno al passato sono diversi fattori. Il primo è quello che viene comunemente chiamato hype, e cioè quell’insieme di entusiasmo e interesse che monta nell’approssimarsi di una nuova serie o di una sua nuova stagione. Il rilascio in blocco tende a sgonfiare l’hype molto velocemente, mentre centellinarne le puntate settimana dopo settimana permetterebbe di rinnovarlo ogni volta e di tenerlo vivo.

Poi c’è la questione spoiler, altro termine utilizzatissimo per indicare la pessima abitudine di rivelare la trama a chi non ha ancora visto nulla. Di nuovo, il rilascio in blocco i tutte le puntate ha praticamente azzerato la possibilità di parlare tra amici della serie in questione, perché il rischio che qualcuno stia per “spoilerare” gli eventi è altissimo. Non da ultimo, c’è il binge watching, ovvero la dipendenza estrema che porta gli spettatori a bersi l’intera serie in pochissimi passaggi, consegnando le notti all’insonnia per l’incapacità di staccarsi dal video alla fine del singolo episodio. Un’abitudine che, estremizzata, può avere conseguenze negative sulla salute.